Anime nere

Met anni 50, entroterra riminese La seconda guerra mondiale ancora una ferita aperta Per la storia ufficiale, quella studiata sui banchi di scuola, l Italia si appena rimessa in piedi Ma c chi la storia la immagina diversa e la riscrive Met anni 50, entroterra riminese Il Terzo Reich ha conquistato tutta l Europa grazie a terribili armi segrete come i GolemMet anni 50, entroterra riminese La seconda guerra mondiale ancora una ferita aperta Per la storia ufficiale, quella studiata sui banchi di scuola, l Italia si appena rimessa in piedi Ma c chi la storia la immagina diversa e la riscrive Met anni 50, entroterra riminese Il Terzo Reich ha conquistato tutta l Europa grazie a terribili armi segrete come i Golem e le Valchirie, ma ha anche disseminato il vecchio continente di zombie a causa dell errato utilizzo di un potente composto chimico Gruppi paramilitari si aggirano in una Italia devastata cercando di sopravvivere come possono Anche il gruppo di Romano, ex ufficiale fascista, cerca di cavarsela alla meglio Jean, pilota francese, i fratelli Moragna , alpino uno, partigiano l altro, il Pelloni che non perde la gigioneria nemmeno in tempi cos tragici, un prete inselvatichito, Elena e Sara, che son pi toste degli uomini Cercano di vendere cara la pelle tra pericolosi manipoli di tedeschi e ancor pi pericolosi e folli personaggi, come l ammaestratore di zombie o lo scienziato delirante che avrebbe i mezzi per salvare l umanit.Riusciranno a sopravvivere Sono loro i predestinati che potrebbero risollevare le sorti del mondo ed evitare l Armageddon
Anime nere Met anni entroterra riminese La seconda guerra mondiale ancora una ferita aperta Per la storia ufficiale quella studiata sui banchi di scuola l Italia si appena rimessa in piedi Ma c chi la stor

  • Title: Anime nere
  • Author: Andrea Biondi
  • ISBN: 9788868558598
  • Page: 315
  • Format: ebook
  • 1 thought on “Anime nere”

    1. Anime nere. Nere come il nazismo che sembra perdurare all'infinito, dopo il suo avvento. Nere come come il desiderio di riscatto, di giustizia, di libertà che, sovente, rischia di passare il confine sottile del lecito. Nere, come l'orrore in cui i morti non muoiono e hanno bisogno di altro sangue, altra carne e altro delirio per soccombere finalmente, in un rantolo di pace. Forse. Perché nessuno sa davvero se la pace sia poi per i vivi o per i morti. Romano sembra saperlo molto bene, alla guid [...]

    2. RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO' PER IL RUMORE DEI LIBRIDa bambino leggevo poco e controvoglia. Leggere, per obbligo, a scuola sortiva in me l’effetto contrario nell’avvicinarmi al mondo della letteratura. I fumetti erano il massimo che mi concedevo prima il “Corriere dei Piccoli”, poi “Topolino” e infine “Dylan Dog”.Conoscevo ovviamente i Manga e il mondo Marvel, ma da indolente e diversamente ignorante, mi limitavo a vedere solo la trasposizione in Tv. Il mondo Marvel mi [...]

    3. Se inizi a leggere un romanzo dopo cena e ti ritrovi in piena notte ancora incollato al bookreader perchè non riesci a darti pace finchè non arrivi alla parola finegnifica che quel romanzo funziona. Un po' me lo aspettavo perchè di Andrea Biondi avevo già letto con soddisfazione e divertrimento "Due". Ma "Anime Nere" mi ha piacevolmente stupito per diversi motivi: innanzitutto tocca generi narrativi che solitamente non mi appassionano granchè come le storie di guerra, l'horror, lo splatter. [...]

    4. Incroci narrativi e di genere si appalesano al lettore nell’avanzare della trama di questo libro dai legami affascinanti e misterici. Romanzo pulp? Ucronia? Gotico padano? Una Romagna terra di arcane cose, dove l’antico raccontare si fonde col nuovo narrare, fa da sfondo a questo affascinante Anime nere di Andrea Biondi. Immaginate che George A. Romero si imbatta in Richard Matheson, immersi entrambi in un cupissimo scenario in cui è come se il Pupi Avati di La casa dalle finestre che ridon [...]

    5. Siamo catapultati nella metà degli anni '50, in terra romagnola. Ma qualcosa non quadra. La guerra è ancora in corso e regna la desolazione. Senza troppa fatica si entra a far parte della realtà inventata di questo libro. I tedeschi continuano a essere cattivi (ma lo sono di più). I "morti" continuano a vivere e necessitano di essere fisicamente macellati per trovare la vera morte. I partigiani coraggiosamente cercano di sopravvivere agli attacchi dei tedeschi e fanno "strage" dei morti. Tut [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *